La città medievale Rmanj

La cittadina medievale Rmanj fu edificata tra la fine del XIV sec. e l'inizio del XV sec. alla foce del fiume Unac, nel punto esatto in cui si immette nella Una. Secondo alcune fonti storiche, dal 1396 questa cittadina è anche conosciuta come Konuba. Le mura della città sono state demolite, si è conservata solo una torre circolare alta dieci metri.

Nel 1431 il re ungherese Sigismondo la offrì in pegno a Nikola Frankopan. Nel 1436 Anža, la vedova di Frankopan, si trasferì a Rmanj e si autoproclamò principessa della cittadina. Il villaggio di Martin Brod fu edificato tra la fine del XIV sec. e l'inizio del XV sec. alla foce del fiume Unac. Secondo alcune fonti storiche, dal 1396 questa cittadina è anche conosciuta come Konuba. Secondo una tradizione orale, il villaggio sarebbe stato fondato da Katarina Branković (1418-1492); figlia di un despota serbo e di una principessa bizantina, acquisì poi il titolo di contessa di Celje.