Torre Klisevic

Le Kule (ossia torri) sono edifici fortificati adibiti sia ad abitazione che a scopo difensivo. Furono costruite nel periodo del dominio ottomano da feudatari e capitani militari. Erano caratterizzate da più livelli e costituite da blocchi di pietra. Il piano terra era quadrato.

La torre – con il tetto dalla forma piramidale - era circondata da un cortile e da piccoli edifici. Al piano terra della torre del capitano si trovavano le celle (hafsana) per i detenuti. La torre Klišević fu eretta tra la battaglia di Vienna nel 1683 e il Trattato di pace di Karlovac nel 1699. Apparteneva al vecchio bey (ossia dignitario turco) della famiglia dei Kulenovic che divenne il possidente delle terre e si trasferì dopo il trattato di pace di Karlovac. Un ramo della famiglia era conosciuto come Kulenovic-Klišević. Le feritoie e le finestre piccole e strette rivelano la funzione difensiva della torre, costituita da quattro piani in pietra calcarea. Gli infissi erano ricavati dai sedimenti minerali del fiume Una. Una parte della torre crollò nel 1918; l'intero insediamento fu raso al suolo nel 1941 e abbandonato.

La torre Klišević fu eretta sulla linea difensiva rappresentata dalle fortificazioni di Bihać, Sokolac, Orašac e Ostrovica. Pochi chilometri a est dai forti di Klišević e Orašac si trovavano le torri Vrnograč e Prkosi, presumibilmente costruite nel XVII secolo.